ARNETTE: SOSTENIBILE, CON STILE

ARNETTE: SOSTENIBILE, CON STILE

La ricerca dello stile perfetto non può gravare sul pianeta. È con questo spirito che nasce la Sustainable Collection di Arnette. Una capsule che guarda ai modelli cult del passato, riletti in chiave metropolitana e colori fluo, con una caratteristica inedita: la sostenibilità dei materiali.

Share/Save

La montatura dei nuovi modelli Arnette Lost Boy e Borrow è realizzata con il BTR 600 LS: un materiale innovativo, definito Biobased da standard e normative internazionali e derivante per il 56% della sua composizione da fonte rinnovabile (olio di ricino), caratterizzato quindi da un ridotto impatto ambientale.

È la prima volta che un marchio di proprietà del Gruppo Luxottica propone sul mercato una collezione sostenibile Biobased. L’accurata selezione dei materiali è indice dell’impegno a rispettare l’ambiente, che coinvolge ogni passaggio del processo produttivo, a cominciare dalla fase di Ricerca & Sviluppo.

A questo va aggiunto che tutti i materiali utilizzati per i prodotti Luxottica sono sottoposti a rigorosi controlli della composizione chimica, così come delle loro caratteristiche fisiche e meccaniche, a garanzia del rispetto di rigorosi standard internazionali. Il BTR 600 LS non fa eccezione.

Nel caso della nuova capsule di Arnette, inoltre, l’attenzione sostenibile si estende al packaging: anche le esclusive custodie dei due modelli sono prodotte con materiali sostenibili, tra cui reti da pesca riciclate e tessuti usati.

Al lancio della Sustainable Collection il marchio affianca una nuova campagna di comunicazione: il rapper Post Malone indossa i nuovi modelli Arnette, immortalato lontano dal palco nei momenti in cui cerca ispirazione nella natura, fra gli stupendi paesaggi dell’Arizona che fanno da sfondo agli scatti.

Con il lancio di quest’ultima collezione, Arnette continua il suo percorso di rinnovamento. Allontanatosi dal posizionamento originale di marchio sportivo per il surf e lo skate, oggi Arnette vuole diventare la voce della cultura giovanile e guarda con sempre maggiore interesse alla generazione Z, con cui condivide luoghi di interesse e valori, a cominciare da autenticità e incisività.

Pubblicato il 27 Mag 2019