Lettera agli azionisti

Leonardo Del Vecchio
Share/Save

"Il mio sogno di imprenditore è sempre stato quello di fare gli occhiali migliori al mondo e di vederli indossare da tutti. La forte determinazione, la continua ricerca dell'eccellenza e la capacità di reinventarsi e innovare fanno parte della nostra storia e contraddistinguono da sempre il nostro modo di operare. I pilastri della nostra strategia non sono mai cambiati: qualità del prodotto, marchi forti, fabbriche efficienti, distribuzione capillare e rapporto sempre più diretto con il consumatore finale"

Leonardo Del Vecchio

 Gentili Azionisti,

il 16 gennaio 2017 abbiamo annunciato, assieme a Essilor, un accordo storico per unire le nostre due realtà e creare un grande player integrato nel settore dell’eyewear; un campione europeo con forti radici nazionali, tra Italia e Francia, e la medesima cultura di eccellenza e innovazione. Abbiamo guardato avanti, oltre i confini consolidati, indirizzando l’evoluzione del settore a vantaggio dei nostri clienti e di tutti i consumatori.

Integrando l’eccellenza del nostro design e il prestigio dei marchi con le migliori lenti oftalmiche e le più avanzate tecnologie digitali, offriremo sul mercato prodotti e servizi innovativi e di assoluta qualità.

L’accordo con Essilor ci permetterà di accelerare la realizzazione del nostro modello integrato aggiungendo l’ultima componente alla nostra catena del valore. Lenti e montature nasceranno come un unico prodotto sin dalle fasi di ideazione, progettazione e produzione. L’accordo apre una nuova fase di progettualità e di opportunità per il futuro del Gruppo, ma non sarebbe stato possibile senza gli importanti risultati raggiunti, con il sostegno di tutti voi, nel 2016. Nell’ultimo esercizio abbiamo portato a compimento iniziative e rifocalizzazioni strategiche che hanno migliorato la qualità e la competitività del Gruppo, e messo le basi per una continua crescita dei ricavi e degli utili.

La fase di profondo cambiamento avviata assieme ai miei collaboratori negli ultimi due anni ha permesso a Luxottica di rafforzarsi in ogni mercato, di essere un’azienda più semplice, efficiente e veloce nel decidere. Molto è stato fatto per valorizzare i marchi in portafoglio, da sempre al centro delle nostre strategie, e il loro posizionamento sul mercato con l’introduzione di politiche commerciali più rigorose in Nord America, la pulizia della distribuzione in Cina e l’armonizzazione dei prezzi nei diversi mercati.

Progetti che hanno tolto qualcosa dai risultati di breve, ma che ci daranno un volano prezioso nel medio e lungo termine, preservando l’integrità dei nostri business.

Il 2016 è stato anche un anno di grandi investimenti, in particolare sulla nostra infrastruttura industriale, di assoluta eccellenza, sul retail e sulla digitalizzazione. In poco più di un semestre abbiamo realizzato tre nuovi grandi hub logistico-produttivi in Italia, Stati Uniti e Cina, in grado di integrare lenti e montature, e razionalizzato il network logistico internazionale per favorire l’efficienza, la velocità e la qualità del servizio al cliente. Le nostre fabbriche si confermano centri di eccellenza tecnologica, dove l’artigianalità convive con l’automazione di ultima generazione e con una ricerca e sviluppo all’avanguardia.

L’innovazione guida tutte le nostre scelte. Ogni anno introduciamo circa 2.000 nuovi modelli e sperimentiamo, anche grazie al contributo del nostro centro di ricerca nel cuore della Silicon Valley americana, idee e nuove opportunità per cogliere le potenzialità di ogni mercato. Tra i traguardi recenti, vorrei ricordare il perfezionamento delle tecnologie Chromance e Prizm nelle lenti sole di Ray-Ban e Oakley, il lancio commerciale di Radar Pace, il primo occhiale intelligente targato Oakley, e la presentazione delle montature Ray-Ban in grafene, novità assoluta nell’eyewear. Il retail, allo stesso modo, è cresciuto non solo in termini dimensionali in Nord America e nel mondo, ma anche nella qualità dell’offerta.

Solo negli ultimi dodici mesi abbiamo aggiunto, anche grazie all’acquisizione di Salmoiraghi & Viganò e alle collaborazioni con grandi insegne come Macy’s e Galeries Lafayette, circa 1.000 nuovi punti vendita al nostro network nel mondo. Altrettanto faremo nel 2017, anche grazie all’atteso completamento dell’acquisizione di circa 950 negozi di Óticas Carol in Brasile. Abbiamo inoltre investito importanti risorse per favorire l’evoluzione in chiave omnichannel del nostro retail, innovando le piattaforme e-commerce di proprietà e integrandole nei negozi, e introdotto nuovi strumenti per l’esame della vista e servizi di marketing digitale sempre più sofisticati.

Oggi Luxottica può guardare al futuro con entusiasmo per le sfide e le opportunità da cogliere e la serenità che le deriva dall’essere nella giusta posizione per affrontare scenari competitivi in evoluzione. La diversificazione geografica, l’integrazione produttiva e la flessibilità organizzativa ci permetteranno di assecondare i cambiamenti e cogliere ogni opportunità restando coerenti alla nostra visione: offrire sempre il miglior prodotto e servizio a tutti i nostri clienti.

Il 2017 sarà un altro anno fondamentale della nostra storia e di quella del nostro settore. Come sempre affronteremo le nuove sfide con determinazione, rapidità esecutiva e chiarezza strategica.

Aprile 2017

Leonardo Del Vecchio

Ultima modifica: 28 Apr 2017