Commitment to Excellence

Un'azienda aperta al mondo

chiudi

Luxottica, all’estero come in Italia, crea legami forti con il territorio: da una parte ne promuove lo sviluppo; dall’altra trae stimoli per continuare a crescere.

PRODUZIONE “MADE IN”: CREATIVITÀ, QUALITÀ GLOBALE E CULTURA LOCALE

Essere un’azienda globale significa valorizzare le diversità culturali e saper interpretare le caratteristiche dei diversi mercati. Il comun denominatore resta sempre la qualità del “made in Italy”, inteso come valore che accomuna tutti gli stabilimenti in Italia, Cina, Stati Uniti, Brasile e India.

Gli stabilimenti, certificati ISO 9001, impiegano personale locale e ciascuno ha le sue specificità legate alle esigenze del Gruppo e al paese ospitante. Punto d’incontro sono le tecnologie, i processi produttivi, la qualità dei prodotti – identici dall’Italia alla Cina al Brasile –, lo stesso modo di lavorare e il senso di appartenenza a un’unica azienda. 

Nel 2017 Luxottica ha festeggiato 20 anni di attività in Cina. Nel 1997 il Gruppo ha acquisto una partecipazione in uno stabilimento a Dongguan, nella provincia del Guangdong, interamente controllato dal 2001. Da quel momento, la presenza nel paese è cresciuta costantemente.

Oggi, con tre stabilimenti, circa 250.000 metri quadrati di superficie, circa 11.800 dipendenti e un nuovo centro distributivo con laboratorio lenti integrato, il polo cinese è il secondo per importanza nel mondo dopo l’Italia. È responsabile di circa il 46% della produzione ed è dotato di tecnologie e processi all’avanguardia che lo rendono un modello di innovazione e sostenibilità. Innovazione e sostenibilità contraddistinguono anche l’edificio che ospita il nuovo hub logistico costruito nel 2016, che ha ottenuto la certificazione LEED Gold. 

Il polo di Dongguan è la perfetta trasposizione del modello delle fabbriche italiane Luxottica in Cina. Il rispetto della cultura cinese, il dialogo con le istituzioni e con la comunità hanno permesso all’azienda di incentivare lo sviluppo del territorio e di mantenere il controllo di tutte le fasi produttive, garantendo livelli di qualità e condizioni di lavoro in linea con gli standard internazionali del Gruppo. 

Lo stesso modello di integrazione è stato replicato in Brasile, dove Luxottica è presente da oltre 20 anni. Allo stabilimento produttivo di Campinas, che realizza collezioni eyewear interamente “made in Brazil” per alcuni marchi di proprietà (Ray-Ban, Vogue Eyewear, Arnette e Oakley) e per la licenza A|X Armani Exchange, si accompagnano un esteso network wholesale e negozi a marchio Sunglass Hut, Oakley e Óticas Carol.

 

UN’OFFERTA AMPIA E DIVERSIFICATA

Luxottica esalta l’identità dei suoi marchi con la creazione di collezioni uniche, capaci di sottolineare la personalità di chi le indossa. Il contatto diretto con i consumatori e le interazioni con le comunità locali offrono spunti per introdurre innovazioni e diversificare i prodotti. Ne è un esempio la presenza, nella maggior parte delle collezioni eyewear di Luxottica, di modelli “Asian fit”, pensati per valorizzare i tratti asiatici e garantire loro una perfetta vestibilità. Ray-Ban è stato il primo marchio a introdurre questa linea, nel 2009seguito da Oakley, Vogue Eyewear, Oliver Peoples e diversi marchi in licenza. Non solo, molti brand propongono anche collezioni “Asian design”, progettate e realizzate specificamente per rispondere al gusto estetico e alle esigenze dei consumatori asiatici.