Informazioni in merito alla cessazione dei rapporti in essere con Massimo Vian

15 Dic 2017 - 18:36

Milano (Italia), 15 dicembre 2017 – Con riferimento all’accordo di cessazione del rapporto di lavoro subordinato e del rapporto di amministrazione tra Massimo Vian e Luxottica Group S.p.A. (MTA: LUX), quest’ultima rende noto che il Consiglio di Amministrazione della Società, nella seduta di oggi, dopo aver compiuto le opportune verifiche e le necessarie valutazioni, ha deliberato che, a Massimo Vian venga corrisposto un importo complessivo lordo pari a Euro 6.300.000 oltre alle competenze di fine rapporto, a fronte della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro che avverrà con effetto dal 31 dicembre 2017 e del rapporto di amministrazione cessato in data odierna.

Tale attribuzione è la somma dei seguenti importi:

  • Euro 3.000.000 a titolo di incentivo all’esodo secondo quanto previsto dall’accordo sottoscritto dalla Società con Massimo Vian a dicembre 2014;
  • Euro 500.000 a titolo di corrispettivo per il divieto di storno di dipendenti e collaboratori e per il patto di non concorrenza, secondo quanto previsto dal predetto accordo;
  • Euro 1.300.000 quale quantificazione della parte già maturata del Piano di Performance Shares ordinario 2015;
  • Euro 1.300.000 a fronte della rinuncia transattiva da parte di Massimo Vian a tutti i residui piani di incentivazione di lungo termine di cui era beneficiario;
  • Euro 200.000 a titolo di corrispettivo per una transazione generale novativa.

Tale attribuzione è sostanzialmente in linea con la Politica di Remunerazione pubblicata dalla Società e con gli obblighi assunti con Massimo Vian nel mese di dicembre 2014, in occasione della novazione del rapporto di lavoro dirigenziale già in corso con la Società.

Quanto alla transazione generale novativa, si rende noto che la somma verrà corrisposta a fronte della rinuncia da parte di Massimo Vian nei confronti di Luxottica Group S.p.A. e di ogni altra società del Gruppo a ogni domanda o diritto comunque connessi o occasionati dagli intercorsi rapporti di lavoro e di amministrazione e dalla loro risoluzione.

L’importo dovuto a fronte del divieto di storno di dipendenti e collaboratori nonché del patto di non concorrenza riferito ai principali competitors della Società, entrambi aventi una durata di 24 mesi a decorrere dalla data di cessazione del rapporto di lavoro subordinato con Luxottica, sarà versato in rate trimestrali uguali posticipate a decorrere dalla data di cessazione del rapporto di lavoro mentre tutte le somme residue verranno corrisposte entro 45 giorni dalla data di risoluzione del rapporto di lavoro.

In ragione dell’attribuzione complessiva determinata come sopra indicato, e per la parte non espressamente contemplata dalla politica di remunerazione, l’accordo si qualifica come operazione con parte correlata di minore rilevanza ai sensi della Procedura adottata dalla Società in materia, che non può beneficiare dell’esenzione dall’applicazione della relativa disciplina procedurale.

L’operazione, prima dell’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione, è stata pertanto esaminata dal Comitato Risorse Umane di Luxottica Group S.p.A., composto esclusivamente da amministratori non esecutivi e non correlati, in maggioranza indipendenti. Il Comitato - che svolge, 2 in materia di remunerazioni e benefici economici ai Consiglieri e dirigenti con responsabilità strategiche, le funzioni assegnate dalla Procedura a un comitato interno al Consiglio - ha espresso il proprio parere motivato favorevole alla conclusione dell’accordo.

La Società rende altresì noto che l’adozione di un nuovo modello di governance, in sostituzione del precedente fondato sulla distinzione tra area mercati e area operations, ha reso non applicabili i piani di successione in essere e precedentemente condivisi con il Comitato Risorse Umane.

 

Allegati 
PDF Pdf 0.05 MB
Ultima modifica: 12 Feb 2018