L’icona si reinventa: nuovo Clubmaster Wood

L’icona si reinventa: nuovo Clubmaster Wood

L’iconico Clubmaster – modello storico di Ray-Ban e tuttora  tra i best seller – aggiunge alla sua allure audace e iconica nuove “vibrazioni” naturali, grazie alla montatura realizzata in legno naturale accoppiato a gomma

An icon reinvented: the new Clubmaster Wood
Share/Save

Niente è intoccabile. Per Ray-Ban, brand da sempre sinonimo di innovazione, sperimentazione e avventura, anche i modelli iconici, quelli dal design inconfondibile amati da generazioni e generazioni di fan, possono essere rivisti, aggiornati e arricchiti di contenuti sempre nuovi. Grazie alla tecnologia, ai materiali, a nuove intuizioni nel design o lampi di modernità.

E’ con questo spirito che il Clubmaster, il modello dal “sopracciglio” accentuato, una tra le leggende del marchio, è stato aggiornato per acquistare un sapore attuale, grazie all’utilizzo, per la montatura, del legno, un materiale utilizzato per la prima volta per questo occhiale.

Non è stato facile piegare un elemento naturale come il legno alle esigenze di elasticità, durata e comfort necessarie per un occhiale premium. Dopo anni di sperimentazione è stato possibile combinare legni fresati a mano con moderna gomma soft, per dare il massimo comfort di calzata e una vibrazione fresca a un design iconico.

Il risultato è che la sua anima rock ha assunto toni più spontanei e contemporanei, nuova piacevolezza al tatto e finiture lussuose, adatti per donne e uomini dalla sensibilità moderna e sostenibile.

Nel nuovo modello da sole RB 3016 M noce, ciliegio o acero sono stati combinati con lenti dai colori scuri e rétro, le aste sono state riproporzionate per un appeal moderno, ma il tocco raffinato del tradizionale ponte inciso a mano e i classici rivetti sono rimasti immutati, per conservare intatto il gusto di indossare un’icona.

Presente anche la versione da vista, RX 5154 M, con nasetti in silicone ipoallergenico, per ottenere massimo equilibrio e comfort.

Per tutti i modelli è stato studiato un packaging dedicato.

Ultima modifica: 15 Set 2015