LUXOTTICA IN BRASILE: UN MODELLO DI CRESCITA E INTEGRAZIONE

To see the beauty of life

Storie di sostenibilità

LUXOTTICA IN BRASILE: UN MODELLO DI CRESCITA E INTEGRAZIONE

Il Brasile è un chiaro esempio dell’approccio adottato da Luxottica nell’espansione internazionale. Il Gruppo è entrato nel paese sudamericano nei primi anni ‘90 con l’apertura della filiale wholesale.

Share/Save

Le solide relazioni instaurate fin dall’inizio con i clienti, basate sulla fiducia e sul rispetto reciproco, sullo scambio costruttivo di idee e punti di vista sul mercato, hanno permesso di conoscere il paese e la cultura locale, i gusti e le aspettative dei consumatori.

Il passo successivo arriva nel 2011. Luxottica entra nel segmento retail in Brasile con l’apertura dei primi 11 negozi Sunglass Hut, saliti a circa 100 nel corso degli anni, di cui gli ultimi 30 aperti nel 2016. Ma il 2011 segna anche il rafforzamento della sua presenza nel paese con l’acquisizione di Grupo Tecnol, uno dei principali player brasiliani dell’eyewear. Luxottica diventa così proprietaria di una piattaforma integrata che include uno stabilimento produttivo a Campinas, un polo logistico a Jundiai, entrambi nello Stato di San Paolo, e attività di distribuzione wholesale su tutto il territorio. 

L’obiettivo di Luxottica è diventare “domestica” in Brasile mantenendo gli elevati livelli di eccellenza che la contraddistinguono. Questo significa intervenire su ogni singola fase dell’organizzazione: importare tecnologie, processi innovativi e standard di qualità che caratterizzano la produzione Luxottica nel mondo, migliorare i servizi fino a raggiungere i livelli di eccellenza del Gruppo. Ma non solo. Significa conoscere in modo sempre più approfondito il paese e la sua cultura. Diventare un’azienda locale, che fa parte di un gruppo globale di cui condivide valori e principi, metodi di lavoro e obiettivi, ma parla la lingua del posto, investe sulle persone e promuove lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio. 

In pochi mesi dall’acquisizione l’azienda avvia a Campinas la produzione dei suoi marchi proprietari: Vogue Eyewear, Ray-Ban, Oakley, Arnette. Collezioni “made in Brazil” progettate e realizzate per il mercato locale, con l’altissima qualità che contraddistingue tutti i prodotti del Gruppo. Anche la comunicazione dei marchi interpreta e dà risalto alle peculiarità del paese. Il coinvolgimento dei consumatori è immediato. Le vendite aumentano e la produzione locale ha una rapida accelerazione: lo stabilimento di Campinas produce oggi il 50% degli occhiali venduti in Brasile. 

Nell’espansione internazionale, Luxottica ha un altro punto fermo: le persone. Risorsa preziosa e fattore determinante di successo. In Brasile, e in altri paesi in cui opera, impiega principalmente personale locale, lo dimostrano anche i dati: i dipendenti di Luxottica nel paese sono passati da circa 230 nel 2010, a circa 1.700 nel 2016. Il Gruppo investe sulla crescita professionale e individuale dei dipendenti rispettando e valorizzando le diversità culturali, promuovendo la loro formazione e il trasferimento di conoscenze, incentivando la collaborazione e le sinergie fra diverse realtà produttive e la condivisione di valori.

Oggi “made in Brazil” è, in tutto e per tutto, sinonimo di qualità “made in Luxottica” anche nel modo di lavorare delle persone.

Pubblicato il 10 Apr 2017