Luxottica diventa partner finanziario di minoranza di Salmoiraghi & Viganò

27 Nov 2012 - 20:15

Luxottica sottoscrive una quota del 36% nella catena, Salmoiraghi & Viganò mantiene la gestione operativa

Milano, 27 Novembre 2012 – Luxottica Group S.p.A. (MTA: LUX; NYSE: LUX), leader nel design, produzione, distribuzione e vendita di occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, Salmoiraghi & Viganò S.p.A. e Salmoiraghi & Viganò Holding, azionista unico di Salmoiraghi & Viganò, hanno annunciato oggi un accordo in base al quale Luxottica sottoscriverà un aumento di capitale che la porterà a detenere una partecipazione del 36% di Salmoiraghi & Viganò.


L’operazione, per un controvalore complessivo di 45 milioni di Euro, è finalizzata a dotare Salmoiraghi & Viganò di risorse per ristabilire l’equilibrio finanziario e supportarne la crescita futura.

"Negli ultimi anni il settore dell'occhialeria italiana ha subito importanti cambiamenti”, ha commentato Andrea Guerra, Amministratore Delegato di Luxottica. “Con questa operazione vogliamo sostenere la principale catena italiana del settore con nuove risorse da destinare a progetti di crescita. Luxottica diventerà un partner finanziario mentre la gestione operativa resterà a Salmoiraghi & Viganò. Tale operazione mostra il nostro impegno nel trovare soluzioni e strumenti da proporre ai nostri partner, che consentano concretamente di sostenere il mercato e di guardare al futuro del nostro Paese con fiducia e progettualità".

“Questa partnership”, ha aggiunto Dino Tabacchi, Presidente e maggiore azionista di Salmoiraghi & Viganò, “rappresenta una grande opportunità di rafforzamento sul mercato italiano per una società che ha una storia di oltre 150 anni e una rete di circa 500 punti vendita in Italia. Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto con Luxottica che ci permetterà di dare corso agli importanti progetti di sviluppo della nostra azienda”.

Salmoiraghi & Viganò è l’azienda leader in Italia nel segmento retailer dell’ottica al dettaglio con circa 500 negozi distribuiti su tutto il territorio nazionale. Nell’esercizio chiuso al 30 settembre 2012, la Società ha realizzato un fatturato netto di circa 170 milioni di Euro.

L'accordo prevede, a partire dal 2017, un meccanismo di call option reciproche di entrambi i partner a valere sulla quota dell'altro. Il completamento dell'operazione e' subordinato al verificarsi delle usuali condizioni sospensive, incluso l'ottenimento dell'autorizzazione della competente autorità antitrust italiana.

Ultima modifica: 30 Dic 2013