Oakley in residence: Sidney. Uno spazio dove si fondono creatività e passione

Oakley in residence: Sidney. Uno spazio dove si fondono creatività e passione

Sidney - dopo Los Angeles e Londra - è l’ultima tappa di Oakley In Residence, un progetto itinerante lanciato dal brand californiano di Luxottica per celebrare la passione per lo sport, nell’ambito della campagna globale di comunicazione “One Obsession” in corso per tutto il 2015.
In parte spazio creativo, in parte skatepark, Oakley In Residence Sidney si ispira allo skateboard e alla sua cultura, che identifica una comunità di giovani anticonformisti e creativi.

Share/Save

Lo skateboarding è una leggenda contemporanea fin dalle sue origini. California, anni ’50. Sulla spiaggia, alcuni surfer stanchi di attendere l’onda perfetta in una giornata di mare piatto, improvvisano un gioco: trasferire l’ebbrezza del surf dalle onde alle strade cittadine. È presto fatto: fissano quattro ruote sotto una tavola di legno ed eccoli lanciarsi in spericolate evoluzioni lungo i marciapiedi sotto lo sguardo attonito dei passanti. Seguono momenti di crisi e rinascita, ma lo sviluppo dello skateboarding non si arresta. Valica i confini del gioco, della disciplina sportiva, poi quelli geografici e culturali, affermandosi in tutto il mondo come uno stile di vita che identifica una comunità di giovani anticonformisti e creativi.

Oakley In Residence: Sidney è un luogo di ritrovo e skatepark che celebra la cultura e la forza creativa dello skateboarding. Nelle sue diverse espressioni, dall’invenzione di un trick alla capacità di interpretare uno spazio urbano come scenario per lo skate, fino all’arte di fotografare o filmare un gesto sportivo in perfetta sintonia con l’ambiente, suo naturale palcoscenico. La scelta di Sidney, città vivace e cosmopolita, non è casuale. Qui si è sviluppata una delle più attive ed evolute comunità legate allo skate.

Oakley In Residence: Sidney ha un calendario settimanale di laboratori, mostre esclusive, dibattiti, installazioni artistiche e incontri con atleti, sessioni di skateboard, anteprime cinematografiche e molto altro. La programmazione è curata da atleti iconici quali Eric Koston, Sean Malto e Curren Caples, affiancati dal famoso fotografo Atiba Jefferson con il supporto di atleti e artisti della street community locale.

Una curiosità? Le sculture “skateable” dell’artista locale Andrew Peters, disegnate apposta per farci scivolare sopra lo skate. Destinazione Sidney è invece una mostra fotografica esclusiva che racconta la storia dello skateboarding a Sidney negli ultimi venti anni. Curata da Atiba Jefferson e dai fotografi nati a Sidney Mike O’Meally e Andrew Peters. All’esterno dello spazio, accoglie il pubblico l’opera murale disegnata da Anthony Lister.

In collaborazione con organizzazioni non profit locali, inoltre, Oakley offre a giovani svantaggiati alcuni laboratori e attività creative. Un’opportunità di sviluppo personale in un contesto positivo e stimolante.

Sidney è la terza tappa di Oakley In Residence, nell’ambito della campagna globale One Obession del brand, che dà voce alla passione per lo sport. Il primo spazio-hub, aperto a Los Angeles, ha celebrato la cultura dello skateboarding nella sua città natale e ha reso omaggio ai luoghi iconici che hanno segnato l’evoluzione di questo sport. Il secondo hub, a Londra, era dedicato ad un’altra grande passione sportiva: il ciclismo, con mostre, anteprime di film, laboratori di manutenzione della bici e bike ride in città.

Per scoprire tutti i dettagli Oakley In Residence http://www.oakley.com/en/in-residence/sydney/

Pubblicato il 27 Nov 2015