Social Impact

La gestione responsabile della catena di fornitura

chiudi

Per Luxottica la gestione responsabile della catena di fornitura ha un’importanza strategica per garantire l’alta qualità dei suoi prodotti e servizi e contribuisce a salvaguardarne o aumentarne la reputazione.
Con particolare riferimento alle Operations, il Gruppo si avvale della collaborazione di circa 2.000 fornitori.

Di questi, un ruolo importante è rivestito dai fornitori di materiali diretti e prodotti finiti, che rappresentano circa il 50% degli acquisti e sono per la maggior parte localizzati in Europa e Cina, aree in cui Luxottica produce oltre l’80% delle sue collezioni eyewear. Nella loro selezione, infatti, Luxottica predilige le imprese fornitrici locali, favorendo in tal modo lo sviluppo dell’indotto nei territori in cui possiede stabilimenti produttivi.

La catena di fornitura per tipologia di acquisto20182017
Materie prime e componenti (cd. materiali diretti) 36% 37%
Prodotti finiti acquistati tra cui abbigliamento, calzature e accessori (AFA) a marchio Oakley 12% 12%
Marchi di terzi venduti nelle catene retail del Gruppo incluse le lenti a contatto 22% 17%
Logistica 12% 12%
Altro 18% 22% 

In particolare, i fornitori di materiali diretti e prodotti finiti rappresentano circa il 50% degli acquisti e sono per la maggior parte localizzati in Europa e Cina, aree in cui il Gruppo produce oltre l’80% delle sue collezioni eyewear.

Distribuzione geografica dei fornitori di materiali diretti e prodotti finiti20182017
Europa 48% 45%
Cina 40% 39%
Asia-Pacifico (esclusa la Cina) 7% 8%
Stati Uniti 4% 5%
America Latina 1% 3%

Nella selezione di questi fornitori, Luxottica favorisce lo sviluppo dell’indotto nei territori in cui possiede stabilimenti produttivi, lavorando con numerose imprese fornitrici locali.

IL PROGRAMMA LUXOTTICA RESPONSIBLE SOURCING AND MANUFACTURING

La verifica sull’affidabilità e sulla qualità dei prodotti e servizi acquistati è il cuore del programma Luxottica Responsible Sourcing and Manufacturing (LRSM).

Avviato nel 2013 a livello globale, il suo scopo è garantire il pieno allineamento dei fornitori ai princìpi di Luxottica e agli standard internazionali in materia di etica, lavoro, salute, sicurezza e ambiente.

Si applica agli stabilimenti del Gruppo e ai loro fornitori e deve:

  • garantire il rispetto del Codice Etico, che deve essere adottato da tutti i fornitori;
  • rispettare le leggi sul commercio globale;
  • garantire la conformità dei propri fornitori alle leggi e ai regolamenti locali;
  • evitare il rischio di gravi non conformità con l’applicazione di un meccanismo di “tolleranza zero”10 nella valutazione di aspetti di fondamentale rilevanza (per esempio: impiego di lavoro minorile), in fase sia di selezione che di monitoraggio dei fornitori. Tale meccanismo comporta l’esclusione dal sistema di approvvigionamento del Gruppo di coloro che ne violano il rispetto;
  • mitigare i rischi di continuità del business.

Data la sua natura inter-funzionale, il programma riunisce rappresentanti delle funzioni Operations Sourcing, Internal Audit, Manufacturing, Quality, Risk Management, Compliance & Asset protection in un apposito comitato di controllo, i cui compiti sono:

  • valutare periodicamente lo stato di avanzamento del programma e i risultati delle verifiche condotte in loco da Luxottica e dalle licenze;
  • approvare piani di mitigazione del rischio per i fornitori identificati come critici;
  • discutere l’adozione di nuove misure per garantire il raggiungimento degli obiettivi del programma;
  • promuovere attività di formazione dedicate all’interno degli stabilimenti e presso i fornitori.

IL PROCESSO DI AUDIT SUI FORNITORI

Luxottica si avvale di terze parti indipendenti per lo svolgimento degli audit presso i fornitori e per la gestione dei piani di azione correttivi qualora siano riscontrate delle non conformità al Codice Etico del Gruppo e/o alle norme locali.

Anche nel 2018, il programma Luxottica Responsible Sourcing and Manufacturing si è concentrato sui fornitori di materiali diretti e prodotti finiti e ha progressivamente esteso la copertura geografica includendo, oltre all’Asia-Pacifico e all’America latina, anche l’Europa.

In particolare, nell’ambito dei materiali diretti per il business eyewear, il numero di fornitori (attuali e potenziali) oggetto di audit è passato da 28 nel 2017 a 45 nel 2018 così suddivisi:

  • 10 audit di follow-up a seguito dei risultati non soddisfacenti degli audit effettuati l’anno precedente
  • 9 audit di prequalifica, strumentali alla necessità del Gruppo di disporre di alternative in caso di situazioni particolarmente critiche
  • 26 audit di controllo, volti al mantenimento della qualifica di fornitori.

I risultati degli audit hanno evidenziato delle non conformità rispetto ai requisiti del programma LRSM, principalmente in termini di monte ore lavorate e numero di giorni di lavoro consecutivi, per dieci fornitori, rendendo necessari audit ulteriori per otto fornitori (tre a fine 2018 e cinque programmati per il 2019). Per due fornitori, invece, si è deciso di non continuare la relazione.

In nessun caso sono state rilevate non conformità di carattere ambientale.

Numero di fornitori valutati per gli impatti sociali e ambientali     2018201720162015
Numero di fornitori oggetto di audit 45 28 20 20
Peso sugli acquisti di materiali diretti (business eyewear) 55% 39% 22% 21%

È proseguito il processo di audit sui fornitori AFA avviato nel 2017 quale naturale conseguenza della centralizzazione degli acquisti a seguito dell’integrazione delle attività di Oakley nel Gruppo. Nel corso del 2018 sono stati eseguiti 21 audit su altrettanti stabilimenti produttivi di fornitori dislocati in Asia-Pacifico, America Latina ed Europa.

Infine, nel corso del 2018 è stata valutata la possibile estensione del programma di Responsible Sourcing & Manufacturing ai fornitori di materiali indiretti (materiali di consumo a supporto della produzione) e di servizi di manutenzione nelle Operations. Un primo test è stato svolto in Cina al fine di verificare l’immediata applicabilità del sistema di audit anche a questa tipologia di fornitori.

La formazione dei fornitori

Nel 2018 è stata organizzata la prima sessione formativa in aula per i fornitori strategici del Gruppo.

La prima area geografica interessata è stata la Cina in considerazione del maggiore livello di rischio e dell’alta percentuale di acquisti effettuati da Luxottica, che nel paese produce oltre il 40% delle montature e occhiali da sole. Al corso hanno partecipato 50 fornitori strategici, per un totale di circa 100 persone suddivise su tre giornate.

Luxottica si è avvalsa di una terza parte per poter svolgere la formazione in lingua locale, assicurando quindi la partecipazione attiva di tutti i presenti e la corretta comprensione delle tematiche affrontate, che sono le medesime oggetto di verifica in sede di audit: diritto del lavoro, diritti umani, etica di business, salute e sicurezza, rispetto dell’ambiente oltre, naturalmente, ai principi LRMS e al Codice Etico di Luxottica.

Sono previste nuove attività di formazione nel corso del 2019.

 Per ulteriori informazioni si rimanda al documento Luxottica Responsible Sourcing & Manufacturing principles.

10. I criteri di “tolleranza zero” del Gruppo sono: 1) impiego di lavoro minorile (sotto i 16 anni di età), 2) condizioni che mettono a serio repentaglio salute e sicurezza, 3) impatto ambientale particolarmente dannoso, 4) uso di lavoro forzato, non dichiarato o di prigionia, 5) accesso allo stabilimento negato agli auditor per la seconda volta, 6) atti di corruzione, riciclaggio di denaro e commercio illecito, 7) persistenza della non conformità o mancato riscontro alla richiesta di azione immediata per il rispetto della regola