Travel Retail, le opportunità di un settore in crescita

Travel Retail, le opportunità di un settore in crescita

Sfaccettato, dinamico, globale. Il Travel Retail è un canale in costante evoluzione nel quale Luxottica continua a investire, per giocare un ruolo chiave nello sviluppo della categoria eyewear al suo interno.

Travel Retail, le opportunità di un settore in crescita
Share/Save

In un mercato cresciuto, in media, dell’8,6% negli ultimi 10 anni, le opportunità per il segmento eyewear riguardano soprattutto i marchi del lusso e i mercati asiatici, che si prevede saranno quelli che, in futuro, faranno registrare i maggiori tassi di crescita.

Si stima che il traffico di passeggeri aerei raddoppierà entro il 2031, superando i 22 miliardi di viaggiatori entro il 2040 (stando ai dati dell’ultimo report dell’Airports Council International). La base di consumatori è destinata ad allargarsi, includendo fasce sempre più giovani, fino alla generazione Z. Coloro che scelgono di compiere acquisti durante i propri viaggi sono spesso persone dal profilo internazionale, viaggiatori che amano i prodotti di lusso e che Luxottica ha imparato a conoscere e servire in punti diversi del loro percorso.

Il Gruppo intende sviluppare la presenza della categoria eyewear nel canale Travel Retail, massimizzando la visibilità dei marchi Luxottica attraverso l’analisi e l’identificazione delle migliori opportunità di sviluppo sia del modello retail che di quello wholesale.

Gli aeroporti e i punti vendita “duty free” nelle grandi metropoli internazionali sono i principali luoghi dove Luxottica è oggi presente con i propri prodotti, e desidera esserlo anche in futuro; ma non sono gli unici.

La nuova frontiera del Travel Retail è costituita dagli aerei di linea, dalle crociere e dai resort più esclusivi: luoghi e situazioni in cui proporre ai consumatori i prodotti dei più amati marchi eyewear al mondo, collaborando con le compagnie internazionali. È recente, per esempio, l’introduzione della categoria eyewear – con una pagina interamente dedicata alla collezione Ray-Ban – all’interno delle riviste distribuite ai passeggeri in cabina da alcune importanti compagnie aeree, tra cui Swiss, Iberia, Lufthansa o EasyJet.

Gli strumenti digitali e le potenzialità dell’e-commerce consentiranno da una parte di rendere sempre più interattiva e memorabile l’esperienza di acquisto, digitalizzando il punto vendita e sfruttando tecnologie di realtà aumentata, mentre dall’altra l’intenzione è di instaurare un dialogo continuativo con il consumatore, che prosegua anche oltre al termine del viaggio.

Al centro di questa dinamica c’è sempre il prodotto e il suo racconto, a cominciare dagli allestimenti nei punti vendita, studiati in soluzioni versatili e applicabili in diversi contesti, per far risaltare al meglio collezioni, modelli e, sempre più spesso, esclusive di prodotto proposte soltanto nei negozi e nei corner gestiti dai maggiori player nel settore.

Un esempio di particolare successo nell’applicazione di questo approccio è la collaborazione tra Prada Eyewear e il Gruppo DFS – tra i principali operatori del Travel Retail di lusso al mondo. La campagna di comunicazione a 360 gradi intorno a due modelli della collezione Prada Cinéma, lanciata tra dicembre 2017 e febbraio 2018 a livello globale nei punti vendita DFS, è stata di recente premiata come “Best Marketing Campaign” dalla rivista internazionale di settore DFNI, e confermata anche per una nuova edizione, attualmente in corso.

Il successo dell’iniziativa si è riflettuto sulle vendite dei prodotti ed è stato garantito dall’integrazione tra offline e online: agli allestimenti e agli eventi speciali organizzati nei negozi DFS (nell’ambito della campagna stagionale “Give Joy Together”) si sono aggiunte le attività digitali di comunicazione diretta con il cliente e quelle dell’influencer Jennifer Tse, attrice e modella originaria di Hong Kong che ha coinvolto i suoi follower su Instagram e WeChat.

Pubblicato il 13 Mar 2019