Museo Bagatti Valsecchi

Il Museo Bagatti Valsecchi è una casa museo frutto di una straordinaria vicenda collezionista di fine Ottocento, che ha come protagonisti i fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi che dagli anni Ottanta del XIX secolo, si dedicarono alla ristrutturazione della dimora di famiglia, situata nel quadrilatero della moda di Milano, ispirandosi alle abitazioni del Cinquecento lombardo.

chiudi

Opere

Petto per corsaletto da piede, Manifattura di Norimberga
Petto per corsaletto da piede
Manifattura di Norimberga

L’aquila bicipite degli Asburgo decora questo petto per corsaletto da piede da riferire alla prestigiosa committenza dell’imperatore Mattia. Nel 1612, anno della sua incoronazione, l’imperatore aveva commissionato una serie di corsaletti per armare le proprie guardie caratterizzati dalla ripresa di elementi cinquecenteschi quali la lavorazione cannellata, improntando tali pezzi a un deliberato revival. Raffigurarsi in armamenti del passato fu infatti un’usanza diffusa nella casata degli Asburgo tra il tardo Rinascimento e il periodo Barocco.

Passaggio del Labirinto, Soffitto, Manifattura Lombarda
Passaggio del Labirinto
Soffitto
Manifattura Lombarda

Questo ambiente deve il proprio nome alla decorazione del soffitto, ispirata a quella rinascimentale della Stanza del Labirinto nel Palazzo Ducale di Mantova. Frasi latine accompagnano il percorso lungo il tracciato, al cui centro campeggia il motto «SIC ITUR PER ANGUSTA AD AUGUSTA» (Così si giunge attraverso le difficoltà a cose eccelse). Come nel resto della casa, queste sentenze latine ribadiscono la colta rievocazione del Rinascimento messa in atto dai fratelli Bagatti Valsecchi e si trasformano in un raffinato motivo decorativo, sempre molto curato anche dal punto di vista epigrafico.