Tamponi “on the road” a familiari e clienti ottici con le unità mobili

To see the beauty of life

Storie di sostenibilità

Tamponi “on the road” a familiari e clienti ottici con le unità mobili

Permettere a tutti di lavorare in sicurezza è una priorità per Luxottica che per supportare i clienti che partecipano ai roadshow di vendita del Gruppo ha messo “su strada” il sistema di prevenzione basato su tamponi intelligenti sotto la supervisione scientifica del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova e dell’equipe del Prof. Andrea Crisanti.

Tamponi “on the road” a familiari e clienti ottici con le unità mobili
Share/Save

Si tratta di veri e propri laboratori mobili che contengono macchinari avanzati e trasportabili per processare tamponi molecolari e si avvalgono di personale appositamente preparato.

L’ultima delle iniziative in ordine temporale è un roadshow dedicato ai clienti ottici che avranno la possibilità, insieme ai loro collaboratori, di partecipare alla campagna di prevenzione che attraverserà tutto il Paese, con prima tappa a Napoli per poi toccare via via le principali città italiane.

Un modello perfezionato negli stabilimenti del Gruppo che non hanno già strutture preposte come il palazzetto dello sport di Sedico o l’ex centro OneSight di Agordo, e dove l’unità mobile ha permesso di aprire le porte del sistema di prevenzione aziendale contro il Covid-19 anche ai familiari dei dipendenti in totale sicurezza, facendo in modo che gli ospiti possano accedere al servizio senza transitare all’interno dei siti produttivi

Le unità mobili messe a punto da Luxottica hanno fatto il loro debutto già quest’estate, quando l’azienda ha deciso di raggiungere le località turistiche più affollate, come la Sardegna, per offrire test molecolari gratuiti a familiari e conviventi dei dipendenti e ai clienti ottici. Non solo, il laboratorio “on the road” fornisce supporto anche a Versace, che ha deciso di adottare parte di questo protocollo per i propri dipendenti facendoli rientrare nel programma di monitoraggio.

Il welfare del Gruppo si evolve, diventando prima welfare di comunità e oggi anche di filiera.

Si allarga il target di riferimento per comprendere sempre più persone, siano esse dipendenti, familiari o clienti ottici, e mettendo al primo posto la salute.

 

Pubblicato il 02 Mar 2021